Lavoro

Come aprire un negozio online

L'e-commerce è ormai una realtà ben conosciuta anche da noi in Italia, vediamo come aprire un negozio online

Anche se in ritardo rispetto a quanto avvenuto in altri paesi, l’e-commerce è ormai una realtà ben conosciuta anche da noi in Italia. Fare online i propri acquisti è un’abitudine per tantissime persone, di ogni età e cresce ogni giorno il numero di aziende e piccoli imprenditori che desiderano vendere i loro prodotti su Internet.

Aprire un negozio online non è particolarmente complesso, bisogna però evitare improvvisazioni che rischiano solo di far perdere tempo e denaro.

Ci sono varie piattaforme, che vista la crescente domanda, consentono di crearsi un negozio virtuale per iniziare a vendere online i propri prodotti, anche se non si è degli esperti.

Senza dubbio appoggiarsi a dei professionisti sarebbe la scelta preferibile, ma se si ha una minima dimestichezza con gli strumenti informatici, anche il fai da te, almeno in fase iniziale, può essere una strada percorribile e resa possibile da interfacce e strumenti che da un lato sono sempre più potenti e versatili e dall’altro consentono un utilizzo intuitivo.

Le incombenze burocratiche e fiscali per aprire un negozio online

Per aprire un negozio online bisogna sempre rispettare quelle che sono le incombenze burocratiche e fiscali al pari dell’apertura di un negozio fisico, quindi bisogna rispettare le eventuali prescrizioni dettate dalla specifica tipologia di prodotto che si vuol vendere (prodotti di elettronica,  prodotti alimentari, prodotti non alimentari, ecc).

In ogni caso occorre sempre:

  • aprire Partita Iva
  • eventuali adempimenti presso la Camera di Commercio
  • ed altri adempimenti che il vostro commercialista vi indicherà essendo la normativa diversa per ogni settore. Buona norma è anche dotarsi di una PEC, ovvero una casella di posta certificata

Cosa serve per aprire un negozio online

Oggi sempre più spesso anche artigiani, artisti e creativi in genere cercano un modo per vendere online le proprie creazioni, prima di scegliere su che piattaforma farlo e affrontare altri temi di grande peso, come quelli relativi al web marketing, bisogna però capire di cosa si ha bisogno.

Senza dubbio avere una connessione ad Internet e un dispositivo che permetta di navigare sono le prime cose necessarie se si desidera vendere online, ma ce ne sono molte altre.

Senza dubbio è opportuno individuare una precisa nicchia. Cosa vogliamo vendere? Fare e-commerce non è una passeggiata, ci sono colossi come Amazon che certo non è facile affrontare, ma se ci specializziamo e diventiamo magari un punto di riferimento in una nicchia ben definita e ristretta, potremmo ritagliarci un nostro spazio e avere delle soddisfazioni.

Se vendete un prodotto che conoscete bene e magari vi appassiona, tanto meglio, il lavoro vi peserà meno e risparmierete tempo nel dovervi documentare.

Una volta deciso cosa volete vendere, sarà il momento di passare ad aspetti più tecnici, forse un po’ noiosi, ma assolutamente fondamentali. Dovrete scegliere un dominio e un hosting per il vostro sito e un CMS per creare il vostro negozio online.

Il dominio del sito è molto importante e dovrebbe richiamare il vostro brand o i prodotti che vendete. Scegliete un indirizzo breve e facile da ricordare. In questo modo il vostro sito sarà più facile da trovare e avrete più clienti.

L’hosting, che in molti casi viene venduto insieme al dominio, è lo spazio sul quale andrete a creare il vostro negozio virtuale, deve pertanto essere in grado di ospitare le immagini dei prodotti e tutti i materiali necessari oltre al CMS del vostro e-commerce.

Il CMS o content management system è il cuore di un e-commerce, si tratta della piattaforma che consente di gestire i contenuti del sito web e di conseguenza il catalogo dei prodotti in vendita, oltre alle altre pagine dello stesso.

Uno dei CMS più utilizzati ed apprezzati è WordPress, che è possibile scaricare gratuitamente ed installare sul proprio hosting in modo piuttosto rapido ed intuitivo. Questa piattaforma non è nata per realizzare e-commerce, ma grazie ai tanti temi e plugin, gratuiti e a pagamento, che permettono di ampliarne le funzionalità può essere un ottimo strumento per crearsi un negozio online. Tra i plugin utili allo scopo va senza dubbio citato WooCommerce.

Un altro valido CMS che può essere scelto da chi desidera aprire un negozio online, che risulti poi di facile gestione è PrestaShop. Nonostante questo CMS open source abbia funzionalità piuttosto complete ed avanzate per gestire in pratica ogni genere di negozio, il suo utilizzo risulta comunque piuttosto intuitivo.

Magento è un’altra ottima scelta quando si parla di CMS per realizzare un e-commerce, oltre a tutte le funzionalità utili alla creazione e gestione di un negozio online, come un carrello molto completo e personalizzabile, integra anche opzioni che permettono di gestire da un’unica interfaccia la logistica, la contabilità e l’integrazione con marketplace come quelli di Ebay e Amazon.

La scelta del CMS dipende dalla dimensione del vostro negozio, dal numero di prodotti che volete vendere e dalla vostra esperienza nell’utilizzo di piattaforme di questo tipo.

Tutti i moderni CMS che siano pensati specificatamente per negozi online o meno, permettono comunque personalizzazioni e modifiche pressoché illimitate e consentono quindi di adattarsi a ogni genere di progetto web.

Cosa fare dopo aver aperto un negozio online

Molti si concentrano sull’apertura del loro negozio online, ma trascurano il dopo. Non basta certo mettere online un e-commerce per far arrivare clienti e guadagni. Quando il nostro negozio è pronto siamo solo all’inizio.

Ogni negozio, reale o virtuale che sia, va opportunamente promosso e fatto conoscere. Se si ha un negozio reale, magari in un via trafficata, si può contare sul fatto che potenziali clienti ci passino davanti e attratti dalle vetrine ci entrino, questo non avviene online. Servono pertanto precise strategie di web marketing per farsi conoscere e scegliere dai clienti.

Le pagine del sito vanno ottimizzate in modo che possano essere trovate sui motori di ricerca. Fare SEO (search engine optimization) su un e-commerce non è facile, ma prestare grande attenzione ai contenuti, come le schede dei prodotti, facendo in modo che contengano testo originale e di elevata qualità è un ottimo inizio.

I social network possono essere poi un potente strumento per la promozione del nostro e-commerce. Poter contare su una community, come ad esempio quella di una pagina Facebook può permettere di avere un bacino d’utenza iniziale al quale proporre i nostri prodotti, ricevendo magari anche un feedback sul nostro negozio online.

Chi apre un negozio diventa a tutti gli effetti un imprenditore, dovrebbe pertanto essere pronto a fare degli investimenti per promuovere il suo business. Delle campagne pubblicitarie su social, siti e motori di ricerca possono portare traffico in target che però poi dovrà essere convertito in clienti per il proprio negozio online.

Tags

Articoli collegati