FormazioneNews

Wellness aziendale: le strategie per star bene in ufficio e aumentare la produttività

Solo di recente le aziende hanno messo in campo azioni concrete per aumentare il benessere dei propri dipendenti

Sentirsi bene e a proprio agio permette di svolgere il lavoro al meglio. Sembra quasi un’ovvietà, ma in realtà solo di recente le aziende hanno messo in campo azioni concrete per aumentare il benessere dei propri dipendenti. Ce ne parlano gli esperti di A&B Business Center, società di servizi con sedi a Milano specializzata nell’affitto di uffici arredati e sale riunioni.

Con la progressiva trasformazione delle modalità di lavoro, anche il concetto stesso di ufficio è cambiato: in un’epoca in cui si è iperconnessi e in cui il limite tra vita privata e professionale è sempre più labile, la postazione di lavoro non è più da intendersi come il tradizionale desk dove trascorrere almeno otto ore al giorno senza mai muoversi. Nel XXI secolo, gli uffici sono diventati spazi multifunzionali dove l’attenzione per il comfort di chi vi lavora è fondamentale. Per questo si parla di “wellness aziendale”: dalla flessibilità degli orari, alla scelta dell’illuminazione (anche personalizzata in base all’età dei dipendenti, considerando che quelli più anziani necessitano di più luce per lavorare meglio rispetto ai giovani), alla disposizione degli arredi, fino alla creazione di aree dedicate al relax, la tendenza è quella di mettere a disposizione dei lavoratori tutto ciò che serve per farli stare bene, in modo che possano svolgere meglio le proprie attività, accrescendo la produttività dell’azienda.

Dalla palestra alle attività di prevenzione: ecco come aumentare il wellness aziendale

Le strategie per favorire il benessere dei dipendenti sono molteplici. A cominciare dall’arredamento dell’ufficio, studiato in ogni dettaglio per garantire il massimo comfort; e se in alcune aziende si ricorre persino alle tecniche di Feng-Shui per la disposizione di mobili e suppellettili, in altre è sufficiente adottare alcuni semplici accorgimenti, quali per esempio aumentare la presenza di piante verdi in ufficio, scegliere colori rilassanti per le pareti o sistemare le scrivanie lontano da fonti di rumore per creare un ambiente di lavoro più a misura d’uomo.

Arredare l’ufficio pensando a chi vi lavora è senz’altro un buon modo per far stare meglio i propri dipendenti. Ma non è certo l’unico. Le aziende che scelgono di impegnarsi verso un vero e proprio wellness aziendale, infatti, programmano una serie di attività dedicate allo scopo e mettono a disposizione dei lavoratori spazi dedicati al benessere. Un esempio per tutti è la palestra, con una proposta che spazia dallo yoga alla ginnastica dolce, fino alle più tradizionali attività di fitness. Le attività previste rientrano comunque all’interno di programmi accuratamente studiati, che includono anche incontri su temi come la salute, l’alimentazione e la forma fisica. L’idea che sta dietro alla palestra in ufficio è molto semplice e si richiama direttamente al celebre motto latino della mens sana in corpore sano: laddove i dipendenti si sentono bene tanto fisicamente quanto psicologicamente, si trovano nelle condizioni ideali per dare il massimo. Da non dimenticare poi che queste attività, per così dire extracurricolari, favoriscono l’incontro e la socializzazione, accrescendo la coesione e lo spirito di squadra.

D’accordo, ma è economicamente sostenibile allestire una palestra in ufficio? La risposta è sì. Il concetto di wellness aziendale, del resto, è stato già diffusamente applicato negli USA, dove sta riscuotendo un enorme successo. In media, la gestione di una palestra all’interno di un’azienda ha un costo di 60 euro all’anno per dipendente: meno di un caffè al giorno. Va da sé che la creazione di comfort zones negli uffici non solo costa poco alle aziende, ma – se tutto funziona come dovrebbe – consente loro di risparmiare e, addirittura, di accrescere i propri guadagni, considerando il fatto che lavoratori soddisfatti e in forma sono anche dipendenti più produttivi.

Il wellness aziendale si declina anche in altre attività, come per esempio l’incontro con medici abilitati per sensibilizzare i dipendenti su temi quali la prevenzione del cancro, la lotta al fumo e in generale alle dipendenze, oppure con dietologhi e nutrizionisti per promuovere l’importanza di una corretta alimentazione anche alla scrivania, magari organizzando attività di gruppo dedicate.

Benessere significa anche riduzione dello stress, un problema che affligge molti uffici e che purtroppo dal punto di vista della produttività risulta veramente deleterio. Per combatterlo, una strategia adottata da molte aziende consiste nell’organizzare incontri con psicologi e psicoterapeuti, che potranno offrire ai lavoratori consigli utili per non farsi vincere da questo silenzioso ma potente nemico. Anche lo yoga, spesso previsto tra i corsi in palestra – laddove presente all’interno dell’ufficio – può essere un ottimo espediente per ridurre efficacemente lo stress e ritrovare il necessario equilibrio psico-fisico.

Tags

Articoli collegati

Back to top button